La pittura negli Anni '60-'80 in Unione Sovietica

Si inaugura domenica 10 settembre alle 17 all'Associazione Culturale L’Atelier (via Tassinara 36A, Persiceto) la mostra “La pittura negli anni ’60 – ’80 in Unione Sovietica”, che rimarrà aperta sino al 24.

Mostra pittura in Unione Sovietica

Mostra pittura in Unione Sovietica

Redazione 4 settembre 2017

di L'Atelier


Si inaugura domenica 10 settembre alle 17 all'Associazione Culturale L’Atelier (via Tassinara 36A, Persiceto) la mostra “La pittura negli anni ’60 – ’80 in Unione Sovietica”, che rimarrà aperta sino al 24.


L’esposizione, curata da Mario Romanini, propone 22 opere, dipinte da otto artisti russi, scelte per mostrare al visitatore uno spaccato su quello che è stato il filone predominante dell’arte realistica e del manifesto di propaganda nell’ex Unione Sovietica.


Durante il lungo soggiorno in Russia, Mario Romanini ha conosciuto alcuni artisti affermati, come Michael Ombish Kuznetsov, Leonid Ivanov, Alexander Bertik, Valerij Stepanenco e Boris Kremenskij, che con le loro opere gli hanno dato lo spunto per realizzare questa originale mostra.


Nato nella città di Barabinsk nella regione di Novosibirsk nel 1947,  Michael Ombish Kuznetsov, laureato in architettura, ha esposto in mostre personali in Austria, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Russia, Stati Uniti; nel 1982 sue opere sono state esposte a Rieti in una mostra di giovani pittori sovietici, organizzata dalla regione Lazio in occasione della Giornata della Cultura Sovietica nel Lazio.


Sue opere sono presenti nelle principali raccolte pubbliche russe, come la Galleria d’Arte del Ministero della Cultura e la Galleria dell’Unione dei Pittori Russi, entrambe di Mosca, nella Pinacoteca di Novosibirsk e nella Galleria Nazionale di Sofia in Bulgaria.


Per diversi anni la sua pittura è stata condizionata da una impronta prettamente realistica, credo imprescindibile dell’allora cultura ufficiale Sovietica.


Leonid Ivanov, Novosibirsk, 1956 – 2003. Diplomato all’Accademia di pittura di Novosibirsk, ha esposto in mostre personali in Germania e Russia. Ivanov è riuscito a porsi all’attenzione della critica ufficiale russa alla fine degli anni ’80. Da quel momento numerose personali sono state allestite in centri culturali e nelle principali Pinacoteche del centro Siberia, tra le quali si segnalano le due mostre antologiche ordinate dalla Pinacoteca d’Arte Moderna di Novosibirsk negli anni 1994 e 2004.


Valerij Stepanenco, nato nella città di Novosibirsk nel 1948, diplomato all’Accademia di Pittura di Novosibirsk.


Negli anni ’70 – ’80 ha lavorato quasi esclusivamente su temi commissionati dal Ministero della Cultura  dell’ex Unione Sovietica, realizzando manifesti, murales per accademie militari e fabbriche, composizioni per tappeti.


Nell’allestimento, sono esposti importanti dipinti di Michael Ombish Kuznetsov e Leonid Ivanov, e originali bozzetti per manifesti di Valerij Stepanenco, Boris Kremenskij e Alexander Bertik.


Completano l’esposizione, Valerij Antonov, Jurij Kniasev e Jurij Vnodcenco Fiodorovic.


 


Informazioni: tel. 3920496731