Il bar Venezian riapre a due anni dal terremoto

'L''unico esercizio commerciale di Persiceto chiuso per le conseguenze del terremoto e della burocrazia ha finalmente riaperto. Una via crucis durata più di due anni.
'

Sipario

Sipario

Redazione 13 ottobre 2014
'Senza dubbio ora è il bar più sicuro di San Giovanni in Persiceto. Il Venezian ha riaperto a due anni dal terremoto, unico esercizio commerciale fatto chiudere dall''amministrazione comunale perchè presumibilmente danneggiato dal sisma. C''è chi dice che le crepe c''erano già, comunque sia ora impalcature di tubi innocenti metallizzati e reinterpretati in chiave di arredamento di arte contemporanea fanno bella mostra di sé all''interno del bar più amato dai persicetani, che in questi anni hanno seguito le surreali vicissitudini capitate ad Andrea Cortesi, gestore del Venezian.

[b]Chiusure e riaperture: una via crucis[/b]

Una via crucis di cause giuridiche, tribunali, ordinanze, riaperture e richiusure, lotte tra proprietari (quello dei locali del bar e Nicoli, “padrone” del resto dell''edificio) e Comune, con l''affittuario Andrea in mezzo, per poi arrivare ad un compromesso testimoniato dai tubi innocenti grazie ai quali Corte, come tutti lo chiamano, è riuscito a tornare al lavoro. Forse se servivano solo questi tubi per ripristinare la legalità burocratica, bastava dirglielo subito. Invece Corte ha passato due anni senza lavoro in cui si è chiesto mille perchè. E in cui più volte ha chiesto al Sindaco quando avrebbe potuto riaprire, ovviamente attraverso Facebook, perchè il primo cittadino è risaputo che ama soprattutto i social network. Ma anche su Faccialibro il post di Andrea, lanciato come un messaggio in bottiglia, non ricevette nessuna risposta. Anzi, fu cancellato. Così come senza risposta sono rimaste le lettere che ha scritto al Comune.

[b]Prima delle elezioni la notizia della riapertura[/b]
Poi, prima delle elezioni, con “insolito” tempismo Mazzuca scrive un post su FB in cui dice che il bar riapre, all''indomani del posizionamento di una impalcatura esterna da parte del Comune, che serve in realtà per la messa in sicurezza dell''edificio e per evitare che qualcosa cada in testa a qualcuno e sia responsabile il Comune. Il proprietario dei locali del bar, in cui Andrea è in affitto, va subito in Comune e riceve risposta che il bar non avrebbe riaperto perchè era periodo elettorale (!?!). E poi perchè occorrono altri lavori interni (i famosi tubi, gli unici “innocenti”). Ora finalmente il bar Venezian ha riaperto e a Corte è stata ridata la dignità del suo lavoro, che svolge con tanta passione.
'

commenti