Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Cultura

Anatomia di un risveglio, per riflettere sulla condizione animale

Lo spettacolo teatrale scritto e interpretato da Barbara Mugnai, si svolgerà il 3 dicembre alle ore 21 al teatro comunale politeama di San Giovanni in Persiceto.

DIVERSI&VOCI
martedì 29 novembre 2016 21:28

"Anatomia di un risveglio" è lo spettacolo teatrale scritto e interpretato da Barbara Mugnai con la regia di Marco Conte e la messa in scena di Pillola Rossa di Ugo Pagliai.
Si svolgerà il 3 dicembre alle ore 21 al teatro comunale politeama di San Giovanni in Persiceto.

Intervista video con Barbara Mugnai.

Lo spettacolo è realizzato gratuitamente dall'attrice ed è organizzato dall'associazione no profit di Versi e Voci, con il patrocinio del Comune di San Giovanni in Persiceto (Bo) e il sostegno di numerose persone e associazioni. Lo spettacolo sarà preceduto da un aperitivo alle 20.15.
"Anatomia di un risveglio" è un viaggio autobiografico attraverso il quale si riflette e si invita a riflettere sulla condizione animale, umana e non umana, su cosa si nasconde dietro i nostri piccoli e grandi gesti quotidiani, sull'importanza enorme di questi stessi gesti e su quello che possono provocare. Un messaggio di pace che va oltre ogni discriminazione e barriera.
Barbara Mugnai porta a San Giovanni in Persiceto, in unica data, uno spettacolo ironico, a volte duro e a volte dolcissimo che ci farà sorridere, piangere, pensare ma soprattutto sentire cosa significa essere un tutt'uno con la terra e le creature che ospita.

Intervista a Barbara Mugnai

Animalisti e non hanno visioni completamente diverse, il cui dialogo a volte sembra impossibile. Personalmente, anche rispetto alla tua esperienza, ritieni invece sia possibile un dialogo costruttivo?

E' quello per cui lavoro ogni minuto della mia giornata - dice Barbara Mugnai - Il dialogo e il confronto sono alla base di ogni cosa. Il grande George Bernard Show (fra l'altro vegetariano etico convinto) disse una frase meravigliosa: "Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee". Quello che sto cercando di fare, al momento, è semplicemente portare informazione, fare chiarezza su avvenimenti importantissimi che nessuno ci dice, anzi, che vengono accuratamente nascosti e mistificati. Molti, moltissimi ci ripetono: "Voi avete fatto la vostra scelta, noi abbiamo fatto la nostra"; anche se questa affermazione fosse giusta, le scelte si fanno dopo aver saputo come stanno le cose, e la stragrande maggioranza delle persone (me compresa, fino a pochi anni fa) non hanno la minima idea di cosa ci sia dietro i nostri gesti quotidiani. Questo non significa per me scontrarsi, ma incontrarsi, ascoltarsi, confrontarsi, perché siamo stati tutti onnivori, tutti sulla stessa barca e sullo stesso Pianeta.
(Tratto da: http://www.comune.livorno.it/_cn_online/index.php?id=886)

Un'altra buona ragione per venire a teatro è che il contributo richiesto di 10 euro, tolte le spese, andrà in beneficenza per la campagna INVISIBILI - SALVARE UN CANE PER SALVARLI TUTTI. Da tempo seguiamo una situazione di maltrattamento e sfruttamento che avviene in un canile sul territorio regionale.
Dalle ore 20.15 ci trovate per un brindisi augurale, si potranno conoscere le realtà e associazioni presenti e poi lo spettacolo inizierà alle ore 21.
E' gradita la prenotazione tramite mail a info.diversievoci@gmail.com oppure telefonicamente al 347 051 9831