Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Politica

S. Agata Comune virtuoso, premiato per la trasparenza dalla Corte dei Conti

A S. Agata Bolognese la maglia rosa per la trasparenza: ha già dismesso 4 partecipazioni societarie e quantifica il risparmio da conseguire. Intervista al sindaco Vicinelli.

La redazione
lunedì 16 maggio 2016 18:23

Il Sindaco Giuseppe Vicinelli
Il Sindaco Giuseppe Vicinelli

Il Comune di Sant'Agata è l'unico in tutta la Regione a dare una rappresentazione completa delle Società partecipate indirettamente; è uno dei pochi (insieme a Baricella, Castel San Pietro Terme, Dozza Imolese, Imola, Medicina e Ozzano) a indicare una quantificazione del risparmio da conseguire; è l'unico ad avere già dismesso quattro partecipazioni societarie; pubblica correttamente (in questo seguito dalla stragrande maggioranza dei Comuni) il piano di razionalizzazione delle partecipazioni societarie nel sito istituzionale del Comune.

Leggendo la deliberazione n. 32/2016/VSGO della Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per l'Emilia-Romagna, emerge che il Comune di Sant'Agata si classifica al primo posto per "amministrazione trasparente". Dopo aver letto la Relazione della Corte dei Conti e aver visto le Tabelle inserite nel documento, abbiamo telefonato al Sindaco di Sant'Agata, Giuseppe Vicinelli.

Vicinelli, è soddisfatto di questa valutazione della Corte dei Conti?

Dire soddisfatto è poco. Sono felicissimo. Vuol dire che quando sostenevamo che uscire dalle Partecipate e rivolgersi al mercato per ridurre i costi, avevamo ragione, e che la programmazione attuata sta dando i suoi frutti. Ma vuol dire anche informare correttamente i cittadini, che hanno il diritto di trovare tutte queste notizie sul sito istituzionale del Comune. Pubblicandole, noi non facciamo altro che ottemperare agli obblighi di legge, cosa che evidentemente non tutti i Comuni fanno.

La strategia del suo Comune è quella di uscire da tutte quelle società partecipate il cui costo non è giustificato dalla qualità del servizio. Quale sarà la prossima uscita?

Quella dall'ACER, l'Azienda Case Emilia-Romagna: ci costa troppo. Abbiamo intenzione di rivolgerci al mercato per trovare un commercialista che ci offra lo stesso servizio ad un prezzo minore. Siamo convinti che potremmo risparmiare fino al 90%. Maurizio Serra, il nostro Assessore al Bilancio, si sta già muovendo in questa direzione.