Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Lavoro

Precariato, disoccupazione e carta dei diritti del lavoro

Aperto in Terre d'Acqua dalla Cgil il nuovo sportello di ascolto rivolto a chi si trova in una situazione di disagio lavorativo (precario o disoccupato).

FEDERICO SERRA
domenica 20 marzo 2016 21:14

Serata partecipata all'Akkatà
Serata partecipata all'Akkatà

Precariato, disoccupazione e carta dei diritti universali del lavoro: di questo si è discusso nell'iniziativa di venerdì 26 febbraio al Circolo Accatà di Persiceto.
La Cgil Terre d'Acqua, alla presenza del suo responsabile Viler Zappaterra, ha voluto incontrare tutto il territorio persicetano per promuovere il nuovo sportello di ascolto rivolto a chi si trova in una situazione di disagio lavorativo (precario o disoccupato). "Rappresentare e organizzare i disoccupati" questo uno degli ambiziosi obiettivi annunciati da Vito Rorro, della segreteria Cgil di Bologna. Un servizio insolito quello della Camera del Lavoro Metropolitana, che tenta di fornire un supporto concreto e psicologico di orientamento e sostegno a chi si trova in difficoltà a causa del proprio stato di disoccupazione.
Al segretario generale della Camera del Lavoro di Bologna, Maurizio Lunghi (tra l'altro cittadino persicetano), è spettato invece il compito di illustrare e lanciare l'imminente raccolta firme che la Cgil nazionale promuoverà per una nuova Carta dei diritti universali del lavoro. Sarà un vero proprio nuovo statuto dei lavoratori, adattato ai tempi, che si pone però l'ambizioso obbiettivo di tutelare tutti quanti, compresi i lavoratori autonomi (storico tabù dei sindacati). I diritti non saranno legati ai settori, ma seguiranno i singoli lavoratori e le singole lavoratrici. Insomma si chiederanno finalmente davvero più tutele per tutti.
Una serata piacevole, iniziata con un ricco buffet (pasta, cous cous, salsiccia, patate e tanto altro) e conclusasi con lo spettacolo dal vivo di Carlo Albè, "Stabile precariato". Tantissime persone hanno riempito il Circolo Accatà per questa iniziativa di politica e cultura che fa ben sperare per lo sviluppo e l'impegno civile del nostro territorio.