Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Welfare

"Non pagate le tasse di Virgilio" ecco la lettera da inviare al Commissario

Il testo della lettera da inviare al Commissario prefettizio e da depositare all'Urp per opporsi alle tasse ingiuste di Virgilio sui loculi.

La redazione
giovedì 18 febbraio 2016 18:49

Virgilio ovvero la tassa ingiusta sui loculi. Nei Comuni di Terre d'Acqua sale il malcontento. Sant'Agata Bolognese già più di un anno fa aveva deciso di non far pagare alla popolazione una tassa ingiusta ed il Comune di centro destra aveva deciso di accollarsi direttamente le spese per non gravare sui cittadini, in attesa che a livello legale si sciogliesse il nodo su come uscire dalla municipalizzata della discordia.
E' recente la notizia che anche il Comune di Anzola, di centro sinistra, ha seguito la decisione di S. Agata e, per non gravare sui cittadini, si è accollato i costi.
Quindi amministrazioni di centro-destra e centro-sinistra, là dove i ci sono sindaci attenti ai cittadini, riconoscono che la tassa imposta da Virgilio è ingiusta.

Invece a San Giovanni in Persiceto stanno continuando ad arrivare i bollettini di Virgilio con la richiesta di pagamento. E spesso sono cifre esose.
La lista Rinnova Persiceto ha così deciso di proporre ai cittadini di inviare una lettera al Commissario prefettizio.

Ecco il testo della lettera contro le tasse ingiuste di Virgilio, che potete trovare anche in fondo all'articolo come allegato. E' da firmare e da consegnare all'URP del Comune di San Giovanni in Persiceto. Ne stanno già arrivando numerose.
Per ulteriori informazioni: rinnovapersiceto@gmail.com

Al sig. Commissario
del Comune di San Giovanni in Persiceto

Oggetto: Fatture canone di manutenzione.

Sig. Commissario,

Virgilio srl mi ha scritto chiedendomi di pagare delle fatture per "canone di manutenzione", senza alcuna precisazione di quali manutenzioni si tratti; nel seguito della lettera viene fatto riferimento a loculi cimiteriali. Per quanto a mia conoscenza, risulta che i cimiteri siano del Comune; non so chi sia Virgilio ed a quale titolo tale società mi chieda dei soldi con la motivazione "canone di manutenzione", posto che il Comune nulla mi ha mai comunicato in merito.
Presumo comunque che Virgilio conosca il principio costituzionale per il quale nessuna prestazione personale o patrimoniale può essere imposta se non in base alla legge.
Ho effettuato attente e laboriose ricerche ma non sono riuscito/a a trovare una norma di legge, nazionale o regionale, che preveda un "canone di manutenzione". L'unica norma che ho reperito in materia di oneri su concessioni perpetue cimiteriali è contenuta nell'art. 4, comma 6, del Regolamento regionale (Emilia Romagna) 23 maggio 2006 n. 4; norma che peraltro, a mio parere, risulta illegittima atteso che nella legge regionale n. 19/2004 alla quale il Regolamento da attuazione non è previsto a carico dei concessionari alcun onere. Inoltre il Regolamento - a parte l'evidente illegittimità - ipotizza una partecipazione agli oneri di manutenzioni delle parti comuni o ai costi di gestione del complesso cimiteriale, senza peraltro precisare se si tratti di oneri o costi ordinari o straordinari; tale fattispecie non è certo un "canone di manutenzione". Il "canone" per quanto risulta dalle richieste di Virgilio, è fissato in misura uguale non solo per i diversi e separati cimiteri di Persiceto, ma addirittura anche per tutti gli altri cimiteri dei Comuni soci di Virgilio. Non è credibile che gli oneri di manutenzione delle parti comuni o i costi di gestione di un cimitero siano di uguale importo per tutti i cimiteri del Comune e di Comuni diversi e per tutti gli anni; peraltro, oneri e costi dal Comune mai dimostrati.
Il cimitero è un bene demaniale, quindi proprietà indistinta della Comunità; il concessionario di un loculo acquisisce diritti esclusivamente sul manufatto fisico in concessione, ma sulle parti comuni non ha alcun diritto - e correlativamente alcun obbligo - diverso dalla generalità dei cittadini. Addebitare al concessionario "canoni di manutenzione" concernenti qualcosa su cui non ha alcun diritto o obbligo diverso dalla generalità dei cittadini non ha alcun fondamento logico, oltre che giuridico.
Chiedo quindi cortesemente che mi sia resa nota quale sia la legge in base alla quale io sarei debitrice degli importi esposti nelle richieste di Virgilio.
Chiedo comunque al Comune, senza che ciò costituisca riconoscimento alcuno della pretesa di Virgilio della quale contesto la totale infondatezza giuridica e logica, di dimostrare dettagliatamente su quali oneri o costi effettivamente sostenuti sia stata determinata la misura del "canone di manutenzione" e della sua variazione negli anni 2012 e 2013 rispetto agli anni 2014 e 2015 e gli atti (di Virgilio, del Comune?) che hanno prodotto detta variazione; chiedo ancora quale sia la ragione, oltre a quelle sopra scritte, per la quale nell'anno 2016 mi vengono "fatturati" canoni per gli anni dal 2012, senza che mai il Comune mi abbia comunicato nulla in merito fino ad oggi, e perché a me personalmente.
Prego rispettosamente il sig. Commissario di esprimere la Sua autorevole opinione sull'argomento.

Con ossequi.

File allegato: Lettera al Commissario contro le tasse di Virgilio