Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



General

La città vista da cani, gatti e dagli altri animali che la popolano

Roberto Marchesini e Sonia Campa parleranno di cani, gatti e altri animali in città. Venerdì 11 dicembre ore 20.30 a Persiceto, sala del Consiglio.

Nuovo Rifugio di Amola
martedì 8 dicembre 2015 21:15

"Animali in città, alleanze e convivenze con gli animali non umani" è il titolo della terza conferenza del ciclo Proiezioni sul Presente su temi animalisti e antispecisti. L'appuntamento è venerdì 11 dicembre 2015 alle 20.30 nella sala del consiglio comunale a Persiceto (corso Italia 70).
Due sono gli ospiti di eccezione: Roberto Marchesini, filosofo, etologo e fondatore della scuola SIUA, e Sonia Campa, etologa e consulente per la relazione uomo-gatto.
La serata, ad ingresso libero, è organizzata dal Nuovo Rifugio di Amola in collaborazione con l'ENPA - Sezione San Giovanni in Persiceto.

Chi e' il cane? Chi e' il gatto?

Se per la sua intelligenza sociale il cane può essere considerato un raffinato politico, sempre attento alle relazioni e pronto a seguire la squadra, il gatto viceversa eccelle nell'intelligenza enigmistica, è cioè un grande problem solver, affascinato da tutto ciò che chiede un'operazione solutiva. Si tratta di due intelligenze che brillano per propensioni differenti: grande perlustratore di territori il cane, concentrato nell'esplorare un metro quadrato di prato il gatto, ostinato nel non perdere di vista l'obiettivo il cane, atleta e ginnasta delle verticalità il gatto. Chiedersi chi dei due sia più intelligente è perciò una domanda mal posta, perché cane e gatto sono diversamente cognitivi.

Quali animali abitano le città?

Una città degli animali: sembra quasi inverosimile pensarlo! In quei grandi agglomerati di cemento che sono le nostre città, che ne è degli animali? A un primo sguardo sembrano essere spariti, qualche traccia solo nei cani portati a fare la passeggiata quotidiana e qualche ombra felina di gatti alle finestre. Se però diventiamo degli etologi metropolitani, capaci di osservare il mondo con altri occhi, saremo davvero sorpresi della quantità di specie animali che condividono con noi gli spazi urbani.
Sono moltissime le specie di animali che in città trovano rifugio, nutrimento, habitat per svolgere l'intero ciclo vitale. Questa convivenza inevitabile a volte è fonte di problemi di vario ordine e tuttavia si può affermare che la presenza di animali non solo valorizza la città nel suo insieme, ma essa sola consente l'equilibrio biologico nel tessuto urbano.
La convivenza uomo-animale in città costituisce uno dei principali obiettivi ecologici e civili che ogni municipalità deve perseguire al fine di promuovere la qualità della vita nel senso più ampio del termine. La presenza degli animali nel tessuto urbano va quindi analizzata non solo sotto il profilo dell'igiene veterinaria, ma anche dal punto di vista zooantropologico, prendendo cioè in considerazione tutti i fattori culturali e motivazionali che regolano i nostri rapporti con gli animali. Il libro "Animali di città" di Roberto Marchesini suggerisce una sorta di galateo zooantropologico che possa promuovere una vera e propria educazione civica tra tutti i cittadini, in particolare i proprietari di animali.
Al termine della conferenza sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti.

Il libro di Sonia Campa "L'insostenibile tenerezza del gatto" (Newton Compton editore)

La relazione uomo-gatto è iniziata almeno diecimila anni fa e da allora ha subito evoluzioni continue e grandi stravolgimenti si sono verificati negli ultimi 100 anni. Capire la relazione parte dal capire chi siamo, noi esseri umani, come specie e come individui: come ci relazioniamo alle altre specie, all'ambiente e come le nostre percezioni personali possano essere influenzate dalla cultura, dalla società, addirittura dall'area geografica in cui viviamo. E ancora, è necessario comprendere come i gatti, nel loro colonizzare perennemente e a sorti alterne il tessuto umano, si sono adattati e si sono evoluti accanto a noi. A partire da un'analisi storica e culturale della relazione con il non-umano, dunque, il libro si è aperto alle moltissime dimensioni che questo rapporto apre non solo dal punto di vista privato ma anche sul piano sociale, ecologico, ambientale e culturale. Per saperne di più clicca QUI

Biografia di Sonia Campa

E' diplomata al Master in Etologia degli animali d'affezione dell'Università di Pisa. È docente, referente e membro del comitato scientifico della Scuola di Interazione Uomo-Animale, ha tenuto corsi per operatori sul territorio nazionale, promuove attività di interesse scientifico e culturale, offre consulenze private in ambito relazionale per compagni umani di cani e gatti. È spesso ospite radiofonica e televisiva come esperta della materia.

Biografia di Roberto Marchesini

Roberto Marchesini (Bologna, 1959), laureato in Medicina Veterinaria, ha proseguito gli studi universitari in ambito biologico e filosofico. Scrittore e saggista, ha pubblicato numerosi articoli e ricerche sul rapporto uomo/animale e sulle applicazioni didattiche, consulenziali e assistenziali della relazione con l'animale. Past-President della Società italiana di Scienze Comportamentali Applicate (SISCA) e direttore della Scuola di Interazione Uomo Animale (SIUA), insegna Scienze Comportamentali Applicate in alcuni atenei italiani.