Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Cultura

Il primitivismo arcano di Hana Silberstein

Le opere di Hana Silberstein verranno inaugurate il 3 ottobre alle ore 17 e rimarranno in mostra sino al 25 ottobre negli spazi dell'Atelier in via Tassinara 36 a Persiceto.

L'ATELIER
lunedì 28 settembre 2015 22:37

Hana Silberstein persicetana di adozione è artista del mondo. Finalmente possiamo ammirare le sue opere che saranno in mostra dal 3 ottobre alle ore 17 all'Atelier, in via Tassinara 36 a Persiceto.
Nella mostra "Private collection" Silberstein presenta alcune opere che fanno parte della sua collezione privata e che le servono come fonti d'ispirazione.
Nel 2007 Hana Silberstein ha creato L'Atelier, spazio bianco nel verde della campagna persicetana, dove ospita avvenimenti culturali, mostre d'Arte, concerti, presentazioni di libri, serate di lettura, incontri e dibattiti.

Dicono di Hana Silberstein

Hana Silberstein propone un primitivismo arcano che insegue nelle forme primigenie un esito squisitamente intellettuale e che rapidamente si traduce in analisi critica del reale oggettivo, tangibile fenomeno al quale sembra sempre più ancorato il vivere contemporaneo.
L'archetipo e una nuova possibilità, riprimarizzante, azzerante, una nuova formula base per ogni rapporto, diventa qui sdrammatizzante, bonariamente ironico, innocentemente accattivante; è poetica raggrumata e contratta nei gesti che eternizzano la vocazione ad un appagamento sensuoso, sentimentale del quale la forma involuta è restitutiva; è un archetipo nel quale si può congelare ogni istanza, ammutolire ogni parola per rinvigorire quel rumore sordo del pensiero e del cuore, quel sentimento grosso, gonfio d'anelito e di mistero, chiave sicura per scatenare le dolenze, liberare gli impulsi del fantasmatico, suggerire interrogativi immediatamente soprastorici.

Celide Masini Il Resto del Carlino


...Si conosce un mondo in cui c'è comunione tra uomo, animali e natura, dove le metamorfosi e le osmosi sono ancora possibili e dove si ha voglia di continuare a rintanarsi anche da adulti.

Roberta Fretta


Hanno scritto di lei

Franco Solmi- Alfredo De Paz- Danilo Ghelfi- Fausto Gozzi- Celide Masini- Carlo D'Adamo-Humbert Fink- Grete Misar- Marcello Venturoli- Lilia Ambrosi- Carlo Milic- Giuliano Serafini- Maria Luisa Trevisan- Enzo di Martino- Virginia Balader- Renato Jona- Nicola Micieli- Vito Cracas- Giorgia Calò- Miriam Zerbi- Valerio Dehò, Roberta Fretta.

Biografia di Hana Silberstein

Hana Silberstein nasce nel 1951. Frequenta contemporaneamente il Liceo e il Conservatorio diplomandosi in pianoforte. Nel 1970 in Italia frequenta a Bologna l'Accademia di Belle Arti studiando con Walter Lazzaro diplomandosi nel 1975.
Dopo aver cominciato la sua carriera espositiva con una collettiva al Circolo Artistico di Bologna partecipa a numerose mostre personali e collettive in Italia (Bologna, Pisa, Mantova, Milano, Verona, Volterra, Torino, Trieste, Parma, Ancona, Frascati, Latina, Brindisi, Lecce, Livorno...) e all'estero (Barcellona- Spagna, Ginevra- Svizzera, Gent-Belgio, Amburgo, Hannover, Colonia-Germania, Strasburgo- Francia, Klagenfurt-Austria).
Sue opere sono conservate presso istituzioni pubbliche e collezioni private in Italia e all'estero. Attualmente risiede ed opera a S. Giovanni in Persiceto (Bologna). Dal 2007 cura le mostra e gli eventi dell'associazione culturale L'Atelier.