Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
lunedì 8 febbraio 2016 18:55
Esposto alla Magistratura sulla ex discarica abusiva di Cà Leona in via Eridano. Intanto a Santa Lucia si continuano a coltivare terreni con cemento amianto frantumato.
 
Connetti
Utente:

Password:



Ambiente

Il Carlino pubblica un articolo sulla nostra inchiesta sui pozzi avvelenati nell'area ex Razzaboni

Sul Carlino la battaglia di Controcorrente per ambiente e salute, con i dati del pozzo avvelenato a Zenerigolo. Da Mazzuca azioni legali contro la libera informazione?

Roberta Sangiorgi
sabato 5 settembre 2015 13:57

L'articolo del Resto del Carlino. 5 settembre 2015
L'articolo del Resto del Carlino. 5 settembre 2015

Il 5 settembre 2015 è uscito un articolo sul Resto del Carlino a firma di Matteo Radogna che riprende quanto scritto da me e Carlo D'Adamo su Controcorrente in merito alle analisi effettuate sul mio pozzo, che evidenziano valori di manganese superiori di 12 volte i limiti di legge, valori dei solfati di più del doppio e presenza di amianto, che non può essere fuorilegge perché per la legge italiana non ha limiti di riferimento.
Non abbiamo contattato noi il Carlino, ma ci ha cercato il giornalista dopo che il Sindaco, attraverso il suo portavoce Marcello Crosara, ha diramato una nota che, come scrive Radogna, "fa intuire possibili azioni legali", nei confronti di Controcorrente per l'articolo sul mio pozzo avvelenato.
Radogna mi ha chiesto cosa fosse successo, si è fatto una sua idea, e poi ha scritto. L'articolo è corretto: unica eccezione il titolo che non viene scritto dall'autore dell'articolo ma dal titolista (in gergo, addetto al desk), che opera dalla sede centrale del giornale, e spesso esagera i contenuti dell'articolo per attirare l'attenzione. Così è successo: io non ho mai detto "Cosa abbiamo bevuto per anni?", frase tra l'altro che non è presente nell'articolo, per il fatto che l'acqua del mio pozzo non è ad uso potabile ma irriguo.
Un'altra precisazione, questa volta mia. Non mi sono presentata al giornalista del Carlino come candidata di Progetto Comune e non ho parlato in tale veste. Il riferimento è stato fatto da Radogna con motivazioni sue che rispetto. Io avrei preferito essere informata di questa citazione e avrei chiesto gentilmente di eliminare il riferimento, per evitare possibili strumentalizzazioni.
Sto portando avanti una battaglia per la salute di tutti noi come privato cittadino e come giornalista di Controcorrente. Penso occorra unire tutte le forze sociali e politiche per il bene comune. I personalismi non mi appartengono: ben vengano tutti coloro che vogliono agire per il bene della comunità persicetana.
Comunque grazie a Matteo Radogna che ha restituito un po' più di fiducia nei confronti della pagina di Persiceto del Carlino.
Grazie a tutti coloro che stanno sostenendo Controcorrente e questa battaglia di civiltà, condividendo sui social network le libere informazioni.
Siete già più di mille ad avere cliccato la notizia su Controcorrente. Una platea che si è ulteriormente ampliata grazie all'articolo del Carlino, questa volta dalla parte della gente.

Commenti
  • paola ferroni 19/09/2015 alle 20:30:14 rispondi
    il mio pozzo
    stiamo sull'altra sponda del Samoggia rispetto a Zenerigolo, a circa 300 m. dal fiume, pensiamo di far analizzare il nostro pozzo, vi faremo sapere.